INFUSO di MENTA
Un infuso a base di menta svolge un'azione calmante e distensiva, magari quando siamo stanchi e stressati.
Si tratta di una pianta medicinale in grado di dare un senso di relax all'intero organismo.
Inizialmente, dovremo far bollire 80 cl di acqua: l'operazione successiva sarà quella di inserire all'interno di una teiera 20 foglie di menta fresca, ma anche quattro foglie di salvia e mezzo cucchiaino di dragoncello. Nel momento in cui l'acqua giunge ad ebollizione, possiamo versarla all'interno del contenitore in cui abbiamo inserito i diversi ingredienti: mescoliamo e poi lasciamo in infusione per almeno tre minuti. Una volta che sono passati i tre minuti, possiamo provvedere al filtraggio dell'infuso, per poi versarlo all'interno di tazze o particolari bicchierini: dopodiché, si potrà rendere più dolce il composto, aggiungendo un pizzico di miele o il succo di limone.
Questa tipologia di infuso è in grado anche di essere impiegato piuttosto efficacemente per combattere il mal di denti e infiammazioni alle gengive.
Si tratta di un'ottima tisana dissetante, che si può anche lasciar raffreddare e poi bere nel corso della giornata.
 
EFFETTI BENEFICI
Fondamentale è la presenza del mentolo, che si caratterizza per essere in grado di svolgere un'azione stimolante sopratutto nei confronti dello stomaco, ma che risulta ottimale anche per la cura di tutti quei disturbi gastrointestinali.
Il mentolo presenta anche notevoli proprietà analgesiche, ma deve essere impiegato con estrema cautela, dal momento che si deve evitare l'assunzione di dosi eccessive, visto che ci possono essere delle ripercussioni sul sistema nervoso.
Certamente, gli effetti sedativi che sono stati riconosciuti alla menta permettono di curare ottimamente anche il mal d'auto o il mal di mare, riuscendo a bloccare sul nascere ogni disturbo, come ad esempio il vomito.
La menta è una di quelle piante che dimostrano tutta la loro efficacia anche nei confronti della pulizia della bocca: in particolar modo, l'infuso a base di menta si può utilizzare sia per la cura dei denti che per combattere l'alito cattivo. In quest'ultimo caso, si dovranno utilizzare circa cinque grammi di foglie fresche di menta, che dovranno essere inserite in 100 ml di acqua, per poi eseguire dei gargarismi con uno scopo tipicamente depurativo
 
AVVERTENZE
E' meglio non assumere la menta in tutti quei casi in cui la persona soffra di disturbi all'ulcera o di gastriti, dal momento che questa pianta ha l'effetto di incrementare la secrezione di succhi gastrici.
Dosaggi eccessivi di menta possono provocare, in certe persone predisposte, anche degli stati di agitazione e depressione