LIBERA UNIVERSITA' PER GLI ADULTI di PAESE (TREVISO)

PROF. G. ROMAN

ANNO 2013 - 2014

torna a università Toponomastica e archeologia,
prima lezione
05/12/2013
TOPONOMASTICA E ARCHEOLOGIA
Il prof. Roman sta facendo un dottorato di Udine sulle ville romane di Cividale del Friuli.
La toponomàstica è: lo studio fondamentalmente linguistico dei toponimi o nomi di luogo, sotto l’aspetto dell’origine, della formazione, della distribuzione, del significato. Da cui per topònimo si intende in linguistica e geografia, ogni nome proprio di luogo (non solo di città, paesi, regioni, ma anche fiumi, laghi, monti, ecc., per i quali si parla, in senso ristretto, di idronimi e di oronimi, o anche quartieri cittadini, vie e piazze urbane, di cui si occupa in partic. l’odonomastica.
Lo studio dell'archeologia richiede conoscenze approfondite in molti campi, bisogna informarsi della lingua del posto, lingua attuale e idiomi del passato, la filologia, la storia, chi ci abita, come si vive; lingue e culture (nel veneto il venetico, il celtico), la fonetica. Fare poi degli studi su base comparata (il latino usato dai Romani) un toponimo è Taragona (città della Spagna=monte). Conoscenza dei terreni e vegetazione da cui il fito-toponimo, la viabilità, i culti religiosi, i santuari, le storie e le leggende (studio archeologia leggendaria), semantica e linguistica con affinità a popoli anche lontani, esami genetici su reperti ossei.
Alcuni esempi sono i toponimi palesi: flovea, flumen, canalis = fiume. Altri apparentemente palesi che sembrano di un significato e invece la derivazione è diversa come Campodipietra = Campus Santi Petris, non pietra. Ci sono anche toponimi opachi per i quali non si capisce l'origine se non da uno studio approfondito.
In altri casi ci sono nomi antichi veneti che i romani hanno mantenuto es.: Tarvisium dal veneto toro i romani chiamavano taurus il toro lasciano tarvisium pur non comprendendone il significato. Ci sono toponimi nel veneto anche precedenti alla nascita del veneto: Euganeo è preromano, latino, medioevale. Cornarotta non è riferito alle corna, ma è una via che interrompe il tessuto omogeneo delle strade (del centro città). Via Callalta è medioevale. La centuriazione è il sistema con cui i Romani organizzavano il terreno agricolo. Alcuni nomi si sono evoluti dal dialetto: vetrus = vero, strighiato = strigata , croce=capitello, levada=elevata, ruga=strada; Camposampiero settimo miglio da Padova, cao del mondo; San Gorgio delle pertiche pertica + un'asta, un compasso o anche come misura agraria. Teolo dal latino titulos segno di confine fra agri, cioè fra Este e Padova. I nomi a volte risalgono a persona: Lancenigo dal tribuno Lanzio. Pezzano da Petrius abete. Esiste una tabella fatta da Giovanni Tomasi. Soligo solum è acquario, carnevale.
Giovanni Semerano filologo (Ostuni 21 feb 1911 - 20 lug 2005), ha scritto un breviario, vocabolario delle parole.
Buranello = sorgente: il veneto e il friuli sono ricche di acque; improbabile che si riferisca all'isola do Burano perchè tardo.
 Bollire, fermentare di acque.
Braga = fiume, gurgaes = gorgo; Sile da silanum = cloaca, selz spruzzo. Marocco dal latino Mara = stagno;
Cantarane = cantaros luogo di raccolta delle acque;
Pagana o Ongarana sono termini degli Ungari e significa transumanza;
Strada di San Pelaio località antica, canale con acque bianche, pulite;
Tofane a Cortina d'Ampezzo. Il termine Ampezzo è friulano e TOF vuol dire pietra: si ipotizza che sia una derivazione Etrusca perché il TUFO non c'è nelle Tofane.
seconda lezione
 
 
terza lezione
 
 
 

chiudi finestra e torna a università