LIBERA UNIVERSITA' PER GLI ADULTI di PAESE (TREVISO)

Prof. M. Notarangelo - Astronomia in 3 lezioni   

prima lezione
03/12/2013
LE COSTELLAZIONI
seconda lezione
10/12/2013
L'UNIVERSO
Proviamo a parlare della genesi dell'universo. Quando è nato? Facciamo un giro a ritroso, cosa pensavano nell'antichità. Pensavano che la terra fosse sospesa da due colonne, ma alla domanda di chi sosteneva le colonne non si dava una risposta.
La cosmologia antica Egizia pensava che fosse una dea NU dal cielo.
La cosmologia Greca, VI secolo a. C.l'astronomo Anassimandro disse: la terra è isolata nello spazio, riescono addirittura a capire l'eclissi cioè l'ombra della luna e che la terra è una sfera. Si domandano perché la terra non cade se è isolata nello spazio? Perché è equidistante da tutto!!!
Eudosso dice che la terra è al centro dell'universo.
Facendo ancora il percorso verso i nostri giorni si arriva al 350 a C. con Aristotele che il cielo oltre la luna è immutabile, con la terra sempre al centro immutabile. Definiscono le comete e le meteore come fenomeni meteorologici (meteora = meteorologici) cioè che avvengono dentro l'atmosfera.
Aristarco di Samo nel 310 a C. sostiene che le stelle sono fisse. Esprime una teoria eliocentrica che non dimostra, Capisce il parallasse ma non è in grado di misurarlo.
Erastone di Frigenia vede nella città di Siene i raggi perpendicolari, mentre nota che ad Alessandria sono leggermente spostati. L'unità di misura, gli stadi, sono di circa 154 mt.
Ipparco di Nicea 190-120 a C. fa lo zodiaco (astrolabio), esprime una teoria affidabile per il calcolo delle eclissi e rileva gli equinozi.
Con Claudio Tolomeo si parla del dopo Cristo: 100-175 d C., visse ad Alessandria d'Egitto. Da lui prende il nome il sistema Tolemaico con la terra al centro (geocentrico) con i pianeti aventi il proprio epiciclo. (il sistema geocentrico finirà col sistema eliocentrico di Copernico. A lui risalgono le tavole Alfonsine in grado di fornire la posizione del sole, dei pianeti.
Durante il medioevo c'è un oscurantismo e per lunghi decenni non si sviluppano nuove teorie anche perché gli eretici che formulavano discorsi diversi dalla Bibbia venivano considerati eretici e uccisi.
Niccolò Copernico 1473 - 1543 Polacco era un Luterano. Formulò la teoria eliocentrica, col sole (elio) al centro e tutto il resto che gli ruota attorno. riprendendo la teoria del greco Aristarco di Samo. Teoria già espressa dai greci ma Copernico la dimostrò tramite procedimenti matematici.
Giovanni Keplero (1571 - 1630) leggi di keplero quelle che regolano il movimento dei pianeti. Molte cose le eredita da Tycho Brahe.
Galileo Galilei (Pisa 1564-Arcetri 1642) a differenza dei suoi predecessori riesce a dimostrare con teorie inoppugnabile il sistema eliocentrico e le teorie copernicane. Sospettato di eresia fu processato e condannato e costretto all'abiura delle sue concezioni astronomiche e confinato nella sua villa di Arcetri. Sono Giovanni Paolo II riconosce gli errori della Chiesa: 31 ottobre 1992. Inventa o reinventa il telescopio (gli olandesi già lo avevano costruito, ma non usato). Stabilisce che la luna è sferica, è un piatto. Lui non ama il cielo, non è un astronomo, ma un matematico e un fisico.
L'anno in cui muore Galileo Galilei, nasce Isaach Newton (25 dicembre 1642 - 20/03/1727 a Londra) famoso il suo testo sulla gravitazione unicersale. contribuì alla rivoluzione scientifica e alla teoria eliocentrica.
William Herschel (Hannover 1738 - Slough 1822) astronomo fisico e compositore. Nel 1781 scopre Urano.
Le Verrier Urbain (1811 - 1877) matematico e astronomo francese scopre Nettuno.
A questo punto ci si chiede quanto è grande l'Universo?
William Persson nato nel 1927 studia ad Oxford assistente vescovo.assistent bishop
Henrietta Swan Leavitt (Lancaster 1868 - Cambridge 1921) astronoma statunitense: trova le cefeidi.
terza lezione
17/12/2013
 
IL RINASCIMENTO E LA COSCIENZA
In questa lezione affronteremo l'astronomia nel periodo del Rinascimento e con occhio attento riguardo l'umanesimo.
Il Rinascimento comincia con la fine del periodo oscurantista del medioevo, si comincia ad approfondire i temi e gli studi con minor paura di essere dichiarati blasfemi e uccisi dal fanatismo religioso.
Sono di questo periodo Love Joy che da il nome alla cometa di natale.
Niccolò Cusano (o Nicola) è un cardinale, teologo, filosofo, umanista, matematico astronomo tedesco. Seguace di Tolomeo, sostiene contro Aristotele che la terra non è immobile e ruota su se stessa, che non è al centro dell'universo perché questo è infinito che le stelle sono simili al sole e intorno ruotano dei pianeti alcuni dei quali potrebbero essere abitati. Si occupò del calendario e migliorò le tavole alfonsine (quelle che definiscono la posizione dei pianeti).
Regiomontano (1436-1476) astronomo e astrologo tedesco. Fece oroscopi, le sue effemeidi furono usate anche da Cristoforo Colombo.
Andrea Vasalio (1514 - 1564) anatomista e medico, diffuse la teoria eliocentrica di Copernico, studiò l'anatomia sessuale della donna.
Girolamo Cardano (Pavia 1501 - Roma 1576). Matematico, medico, astrologo, inventò il giunto cardanico.
 
chiudi finestra e torna a università