Titolo della pagina: Danilo e i lavori di casa
 Cosa faccio a casa. La mia giornata tipo
 
Mi alzo dal letto alle ore sette puntuale, si accende una radiosveglia che inizia a parlare in modo soft, aumentando il volume fino ad un suono normale. Qualche volta la sveglia parla (per un'ora e poi si ferma), parla, parla e io mi sveglio quando inizia il silenzio, alle otto salvo rare eccezioni in cui proprio non mi svegliano neanche le cannonate. Mi alzo, spengo la bipap, accendo una seconda radio in corridoio e metto 3 minuti in microonde il caffelatte. Nei tre minuti apro persiane e metto lenzuola e cuscini sul balcone, apro tutte le stanze, poi comincio.

Dalle 7 alle 8 faccio toeletta e colazione. Mi lavo il viso, pulisco bene il naso, pulisco le parti intime con prodotti appropriati (i vecchi puzzano, meglio prevenire, amuchina, soluzione salina, bicarbonato di sodio, prodotto per intimo profumato ecc), lavo i denti, faccio la barba e spesso faccio una doccia, lavando i capelli. Mi pettino e mi rifilo i baffi, quando serve taglio le unghie delle mani e dei piedi, medico eventuali parti che hanno bisogno.
La colazione consiste in un frutto, cioè una mela o della marmellata di mia produzione, del miele di acacia, caffelatte cioè latte intero tiepido con caffè d'orzo tutto scaldato al microonde. Aggiungo un po' di pane secco e prima di finire il latte prendo i medicinali. Raramente vario questa colazione.
 
Dalle 8 alle 9 controllo cosa manca per il pranzo e per la cena, quindi prendo dal frizer il pane la carne già lessata per il brodo la sera o per condirla come un'insalata, a volte una bistecca, dei ciliegini congelati (di mia produzione) ecc. e metto tutto in frigorifero. Nei mesi estivi devo abbeverare i fiori e le piante in terrazzo e anche sull'orto.
 
Alle 9 sono pronto per affrontare la realtà che mi circonda. Fino alle 11 ma sconfino spesso verso mezzogiorno mi dedico al piacere del momento tipo dipingere, tipo fare fotografie, tipo annotare sul computer le cose di cui sono interessato compreso fare pagine web, mandare è - mail, stampare ricette, oppure fare dolci, preparare gli ingredienti. Se decido di fare il brodo sia di fagioli che di carne uso sempre la pentola a pressione. Ma questo lo faccio più spesso nel pomeriggio o verso sera. Prima di uscire rifaccio il letto, chiudo le finestre, controllo gli impegni del giorno scritti sul tevolino in corridoio.
 
Dalle 11 o dall'ora che esco acquisto il giornale, faccio spese, adesso poche per le ristrettezze cui sono sottoposto, faccio una passeggiata sulle mura o in centro a Treviso, leggendo il giornale. A sconvolgere l'ordine di questi miei programmi spesso arrivano amici o amiche che io coinvolgo o nel fare la spese assieme o meglio nel far fare quelle cose per le quali io dovrei prendere la scala.
 
Quando rientro ad orario variabile 11.30 - 12.30 mi fermo sull'orto una mezz'oretta a sistemare o raccogliere i prodotti. Poi salgo in casa (12.30 - 14.00) e preparo velocemente il pranzo; lo faccio così in fretta che spesso salto il secondo piatto, perché non voglio superare l'una e trenta o, in casi eccezzionali, le due. Il menù prevede un piccolo antipasto di qualche crostino al formaggio e pomodoro aglio peperoncino origano ecc, 90% una pasta asciutta adesso col sugo già preparato per l'inverno, oppure faccio la ciotola (vedi ciotola sul mio blog), se ho più tempo preparo un risotto, o ancora un sugo al pesto, o una amatriciana; di contorno cerco di stare in stagione, ora pomodoro conditi con olio, sale e basilico, oppure peperonata di peperoni, melanzane, pomodoro, cipolle; o ancora radicchio con carota e/o cavolo cappuccio; oppure prodotti a vapore come fagiolini, cavolfiori, patate e poi conditi aglio olio. Per il secondo piatto quasi lo salto tranne qualche pezzetto di formaggio, oppure delle fettine di soppressa, oppure delle fettine di salame piccante arrivato dalla Croazia; raramente la bistecca, o ancora la carne o il pollo che avevo lessato, lo condisco con sale olio peperoncino. Rare volte il pesce come un trancio di salmone ai ferri, o carpaccio di salmone, o sardine  o branzino al cartoccio, oppure le cozze o vongole di cui avevo fatto la pasta. Concludo con la frutta: una fettina di melone o una pesca o un'arancia a secondo della stagione. Bevo solamente acqua della mia che pesca sul pozzo.
 
Dalle 14 alle 15 lettura del giornale e pisolino in poltrona col televisore acceso sui tanti telegiornali. Poi seconda rata di medicinali, il caffè quello buono, ma lo faccio leggero, e poi a pulire mettendo in lavastoviglie piatti e quant'altro.
 
dalle 15.30 alle 18.30 se sono stanco faccio qualcosa che mi permetta di stare seduto, tipo pelare mele per lo strudel, togliere il guscio dalle noci, scrivere a computer, organizzarmi sulle cose da fare tipo corrispondenza per il condominio, lettere di protesta per le eventuali multe...ecc. Qualche rara volta esco a trovare amici.
 
Alle 18.30 circa rincaso, preparo la cena e mangio guardando la televisione i due programmi idioti che non mi perdo: l'eredità e un posto al sole. La mia cena è fatta sempre da minestre e sempre con molto peperoncino, della frutta, qualche crostino e concludo la cena con un po' di vino rosso che ho imbottigliato personalmente.
 
Alle 20 se non esco per il cinema o per il teatro, guardo la televisione leggendo un libro, oppure leggo senza guardare la TV. Sul tardi vado a letto spegnendo tutte le luci e chiudendo le persiane.
 
A tutta questa mia giornata tipo ci sono da considerare le varianti di quando vado al mare, di quando mi invitano a pranzo o a cena, di quando perdo la testa per qualche mia spasimante... e via discorrendo!
Vorrei approfondire quanto detto sopra, ma verrebbe troppo lungo il discorso e allora lo farò in altra parte del sito, di volta in volta, pezzo per pezzo. Esempio il perché delle cose, perché mi alzo alle sette così presto, il perché mangio carpaccio di salmone crudo o spaghetti alle vongole veraci, come è fatto il mio letto, perché parlo di medicinali...
esci
Orario ideale per ricevere visite o telefonate:
Salvo inprevisti la mattina dalle 9 alle 11; nel pomeriggio dalle 15 alle 19; la sera dalle 21 alle 24. La sera preferibilmente con avviso via sms sul cellulare (3383800764) perché le telefonate notturne inducono panico!
 
Ultimo aggiornamento  nov  2012